Lupi: le principali cause di mortalità

Ormai da qualche anno i lupi sono tornati a popolare l'arco alpino grazie al fenomeno di dispersione che caratterizza la specie e che porta i giovani a lasciare il branco d'origine, percorrendo talvolta centinaia di chilometri, per raggiungere nuovi territori e formare una nuova famiglia. E' vero che Canis lupus è in espansione, tuttavia le minacce a cui è sottoposto e i rischi che corre non sono affatto scomparsi!

Lupo, lupi, corvi

Recenti studi si sono posti come obiettivo proprio quello di indagare le principali cause di morte che interessano la specie. Fra il 2016 e il 2017 una ricerca condotta da WWF e Italian Wild Wolf riporta questi dati di mortalità:

- 6% cause naturali,

- 53% investimenti,

- 32% bracconaggio.

Bisogna sempre però considerare che è molto più difficile rinvenire carcasse nel bosco rispetto alle strade, pertanto sia le cause naturali che il bracconaggio (che avviene soprattutto tramite armi da fuoco e lacci) potrebbero essere sottostimati.

Nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise fra il 2000 e il 2014 Piscopo, Peretti e altri hanno basato il loro studio sul rinvenimento di 143 lupi morti, rilevando queste cause di morte:

- 17,48% morte ignota,

- 19,58% patologie,

- 23,08% avvelenamento,

- 39,86% traumi

(di cui: 22,81% da aggressioni, 24,56% dovuti ad armi da fuoco e tagliole, 52,63% incidenti).

lupo, lupi, corvo

Rossi, Marucco e altri fra il 2001 e il 2016 hanno rinvenuto 108 carcasse di Canis lupus sulle Alpi Occidentali da cui hanno tratto questi dati:

- 63% collisioni auto o treno,

- 12% cause naturali,

- 25% rimozioni illegali

(di cui 65,5% per avvelenamenti, 27,6% da armi da fuoco e 6,9% per lacci).

Da un confronto con ricerche meno recenti emergono alcune differenze rispetto al passato.

Fra l'84 e il 90 Guberti riportava meno collisioni (13%) ma più rimozioni illegali (79%, di cui 46% di tiri illegali) mentre nel periodo 1991-2001 Lovari aveva rilevato percentuali più simili con 58% di incidenti, 20% di rimozioni illegali e 22% per cause naturali.

lupo, corvo

Nonostante si tratti di una favola, anche in "Otto un lupo per salvare il branco" è trattato il tema del bracconaggio in seguito a tiri illegali e lacci. Questo perché ho ritenuto giusto unire ad una narrazione semplice, con aspetti legati al mondo della fantasia, episodi realistici e temi attuali che i giovani lettori dovrebbero conoscere ed approfondire.


Video di Valentina Rech, illustratrice della favola di Otto


Se ami i lupi e la natura, se vuoi scoprire la storia di Otto acquista il libro

Otto

un lupo per salvare il branco

di Alice Cipriani


(solo per i lettori di questo blog)


Inserisci in fase di acquisto

il codice

SCONTOLUPI21

e lo paghi solo 12,50

(invece di 16,90 €)



Inserisci in fase di acquisto il codice

SCONTOLUPI21

e lo paghi solo 12,50

(invece di 16,90 €)


#lupi

#grandipredatori

#lupo

#wilderness

#wildlife

#favoleecologiche

#natura

#salvaguardia

198 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti